vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di San Maurizio Canavese appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

PULIZIA ANNUALE DEI FOSSI

PULIZIA ANNUALE DEI FOSSI

PULIZIA ANNUALE DEI FOSSI

22 marzo 2018

Il Consorzio Riva Sinistra Stura, sulla base delle disposizioni di legge e del regolamento consortile per l’uso delle acque, ricorda a tutti gli utenti dei canali comunali o consortili, l’obbligo di provvedere alla pulizia dei fossi irrigatori e diramatori insistenti sulle loro proprietà, con particolare riferimento:
1) allo spurgo regolare dei fossi adacquatori e colatori, alla costruzione di quelli che si rendessero necessari per l’irrigazione dei terreni, ed alla riparazione dei bocchetti di derivazione od altri manufatti di loro pertinenza;
2) allo spurgo delle condotte e dei fossi tombinati; 3) al diserbo meccanico delle sponde; 4) alla potatura e taglio dei rami, piante e siepi che possono ostacolare e rallentare il normale deflusso delle acque di irrigazione; 5) al mantenimento lungo le sponde di una fascia sufficientemente libera per l’esercizio della servitù di spurgo e per eventuali lavori di manutenzione; 6) alla rimozione e trasporto a rifiuto dei materiali di risulta.
I fossati dovranno avere la larghezza sul fondo non minore di 50 cm. Le tubazioni per il passaggio dell’acqua di irrigazione dovranno avere un diametro interno non inferiore a 60 cm. Non è consentito il passaggio dell’acqua nelle strade vicinali, su ogni fondo gravato da servitù di acquedotto dovrà provvedersi all’apertura di apposito fosso per convogliare l’acqua ai fondi che ne hanno diritto.
Il termine ultimo per effettuare quanto specificato nei paragrafi precedenti è stato fissato al 15 aprile 2018; per facilitare tali operazioni, dal 19 marzo al 15 aprile verrà sospesa l’immissione nei predetti fossi dell’acqua ad uso domestico.
Successivamente a tale data le operazioni di pulizia dei fossi dovranno essere eseguite periodicamente, al fine di garantire il mantenimento delle perfette condizioni di deflusso per tutta la stagione irrigua.
I contravventori incorreranno nella decadenza del diritto di irrigazione e nelle penalità di legge. I Comuni consorziati faranno eseguire la pulizia dei fossi che risultassero insufficienti e la somma spesa per l’esecuzione dei predetti lavori verrà rimborsata dagli inadempienti.