vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di San Maurizio Canavese appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

DONIAMO UN PELUCHE AI BIMBI DELL'OSPEDALE DI VERCELLI

DONIAMO UN PELUCHE AI BIMBI DELL'OSPEDALE DI VERCELLI

DONIAMO UN PELUCHE AI BIMBI DELL'OSPEDALE DI VERCELLI

25 luglio 2018

Anche il Comune di San Maurizio Canavese risponde all'iniziativa #facciamogirareinostripeluche ideata dall'Ospedale Sant'Andrea di Vercelli.

La caposala del reparto di Pediatria ha infatti lanciato un appello per far arrivare ai piccoli ricoverati un peluche che li accompagni nella loro degenza e li faccia sentire meno soli. L'iniziativa sta riscuotendo un grande successo. In fondo, quanti nostri ragazzi, da piccoli, hanno avuto un amico peluche che ora si trova stipato in qualche armadio... Beh, quel peluche, ora che i nostri ragazzi sono cresciuti, può diventare l'amico di uno dei bimbi della Pediatria dell'ospedale di Vercelli.

“Abbiamo contattato il Sant'Andrea per essere sicuri che il nostro aiuto sia davvero utile e per conoscere le modalità di consegna – spiega Giulia Gobetto, consigliere comunale con delega alle Nuove generazioni e alle Politiche giovanili – e ci hanno detto che non aspettano altro: ogni peluche donato è un sorriso in più per i loro piccoli degenti. E così ci siamo attivati anche noi, affinché anche la comunità sanmauriziese possa contribuire”.

In che modo? È molto semplice: basta raccogliere uno o più peluche che non “usiamo” più, purché in buone condizioni, lavarli accuratamente (andranno in un letto d'ospedale, accanto a bimbi malati!), metterli in un sacchetto di nylon pulito e contattare l'Ufficio Informagiovani del Comune (tel. 011.9263291 - informagiovani@comune.sanmauriziocanavese.to.it). I ragazzi del Servizio Civile impegnati nell'Informagiovani ci diranno quando portarli in municipio. Poi ci penserà il Comune a recapitare tutti i peluche all'Ospedale Sant'Andrea di Vercelli. Coraggio, guardiamo negli armadi: il nostro vecchio peluche potrebbe tornare a sorridere. E a far sorridere un bimbo.